IL GIOCO: NOVA ALEA

Il primo videogioco della serie Playable Cities ispirato dal romanzo di Italo Calvino Le città invisibili, Nova Alea consente di sperimentare i processi di gentrificazione urbana attraverso una simulazione ludica. 

ARTICOLO CORRELATO

Matteo Bittanti, Il realismo magico della simulazione, LUDOLOGICA, 9 giugno 2016. Clicca qui.

IMMAGINI

 

LO STUDIO: MOLLEINDUSTRIA

Nato in Italia nel 1981, ma residente a Pittsburgh, in Pennsylvania dove insegna un corso di game design sperimentale presso la Carnegie Mellon University, Pedercini esamina la relazione tra intrattenimento elettronico e ideologia. Spesso utilizza lo pseudonimo di “La molleindustria" producendo videogiochi che affrontano questioni sociali come l’ambientalismo, la politica alimentare, il lavoro e il sesso. Le sue opere state esposte in diciassette nazioni. Ha tenuto conferenze in numerose università europee e negli Stati Uniti e in luoghi che spaziano dalla più antica casa occupata italiana al Centro Pompidou di Parigi. Le opere di Pedercini sono state discusse da pubblicazioni internazionali come The Guardian, El Pais, BBC, Liberation, Der Standard, The New York Times, The Washington Post, Business Week, Playboy Brazil, ARTE TV e The Times.

SITO UFFICIALE

Paolo Pedercini